Categoria tango

illusione del sentire

io sento nel tango qualcosa di profondamente doloroso ma nello stesso tempo glorioso avvincente esaltante. E’ come essere quindicenne ed innamorarsi. E’ come essere Dio e creare. La musica è fondamentale nel disegnare questa illusione, la musica deve parlare una lingua amica, non complice ma contendente. La musica deve trarci in inganno e corromperci, portarci […]

l’immensa cultura del tango

tango In un contesto di tipo culturale non defunto ma in evoluzione; in un ambiente che ambisce ad essere portatore di valori e contenuti di tipo “creativo”; se è dato essere creatori di un qualche cosa; non è possibile escludere il dibattito; e quindi anche le polemiche che il dibattito stesso può e in un […]

la mia musica

mentre la mia musica si contorce, sovvertendo il precipizio, giungo a sfiorare il pavimento, e a sentire il sangue della mia donna, scorrere sotto le mie dita.

naufragio

NAUFRAGIO infine volteggiano a due a due su quella spiaggia. Trovano l’abbraccio giusto, di forza e grazia che danno il coraggio a percorrerla se oscura, al confine del confine; ma che sia liscia. E si è sempre trattato di un naufragio volontario o meno, in un luogo impossibile, sotto un cielo impossibile, ma di un […]

suggerimenti pratici e riflessioni circa il tango

9 agosto 2014 suggerisco a tutti coloro che mettono musica alle milonghe delle approfondite incursioni nella musica leggera internazionale, jazz, rock, soul, fado, eccetera. Non tralasciate nemmeno la musica classica! Dovete essere degli intrattenitori e non dei sacerdoti talebani della musica argentina degli anni 30 del secolo scorso. Balliamo per divertirci e per trovare i […]

Cosa succede al tango in Italia?

Credo che il fenomeno si stia chiudendo in sè stesso, assecondando un modo di pensare che vede il tango come un fenomeno folckloristico defunto dal 1950. Attenzione! In in questo modo il tango perderà il suo vero significato di esperimento in evoluzione ma sarà solamente un argomento utile ai locali notturni, per riempire le sale […]

tango, considerazioni empatiche

Penso che la ricerca dell’abbandono sia il giusto modo di porsi per la “Mujer” che capisce questo ballo, prima dell’infinita ricerca tecnica. E’ proprio da qui che può nascere il senso di comunicazione e contatto profondo che l’esperienza del tango trasmette. Da quando ho iniziato a imparare il tango ho compreso che non si tratta […]